Trani non è inserita tra le zone economiche speciali. Laurora (Iic): «Senza la Zes perdita di chance per la nostra città»

Il governo regionale ha approvato il Piano Strategico per le Zona Economica Speciale (ZES) Interregionale Adriatica, incentrato sul sistema di porti che si affacciano sul mare Adriatico. Ma cosa sono in concreto le Z.E.S. (Zone Economiche Speciali)?!

Stiamo parlando di aree del Sud collegate a zone portuali, destinatarie di importanti benefici fiscali e semplificazioni amministrative, che nelle intenzioni del governo dovrebbero consentire lo sviluppo e la competitività di imprese già insediate o che si insedieranno, attraendo anche investimenti dall’estero attraverso appunto una serie di sgravi fiscali e procedure semplificate per l'istituzione di nuovi insediamenti o miglioramento ed innovazione di quelli esistenti; in sintesi meno tasse e meno burocrazia significherebbero più competitività per le nostre aziende e più posti di lavoro per i nostri concittadini.

Orbene, la nostra Città non risulta inserita nella Zona Economica Speciale, poiché l'amministrazione, completamente disinteressata al tessuto economico sociale del nostro territorio ha (mal) pensato di non cogliere questa opportunità, non presentando la candidatura per Trani! Ancora una volta, la mancanza di amore ed attenzione ha determinato perdita di chance per la nostra città.

La perimetrazione della ZES, in sintesi, prevede:
- il polo di Brindisi, con l'area portuale e industriale e le aree demaniali dell'areoporto, Fasano e Ostuni
- Foggia, con l'area portuale di Manfredonia, l'area industriale di Cerignola, di Ascoli Satriano e di Candela
- area portuale di Bari, l'area ASI di Bari-Modugno, l'area retroportuale di Molfetta, l'area PIP di Gravina
- area ASI di Lecce-Surbo, area ASI di Galatina-Soleto, di Nardo'-Galatone, area industriale di Casarano, di Matino e Melissano
- il polo di Barletta con l'area portuale e Industriale di Barletta.

Come si può verificare, la perimetrazione approvata risulta composita, e tale da indurre a chiedersi la ragione della mancata candidatura di Trani, considerata la possibile connessione con Barletta. Per perseguire le finalità di inserimento negli ambiti della ZES, infatti, l'area da candidare dovrebbe essere dotata di un porto e di un'area industriale.

Tenuto conto che, con Determinazione Dirigenziale n.155 del 18/7/2109 del Dirigente Sezione Attività Economiche della Regione Puglia, sono stati riaperti i termini per candidature, finalizzate all'inserimento nella perimetrazione per una disponibilità di 262,10 ettari, e fino ad esaurimento di tale disponibilità, auspichiamo che si provveda a predisporre ogni atto per partecipare alla selezione. Perché vi è urgente e contingente necessità di vicinanza ed attenzione al tessuto imprenditoriale cittadino, in maniera concreta.

È finito il tempo delle passerelle, delle chiacchiere e delle dirette Facebook, il nostro tessuto imprenditoriale ed il nostro territorio stanno pian piano morendo. Trani ha le potenzialità ed il diritto, grazie ad una guida capace ed attenta, di risorgere.

Tommaso Laurora - Vice Presidente Regionale Italia in Comune

CONDIVIDI
PUBBLICITA' AllarmEvolution

Notizie del giorno

È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Buona scuola» Dialoghi di Trani, il Premio Megamark va ad Eleonora Marangoni con il romanzo «Lux» Dialoghi di Trani, stasera in Cattedrale il concerto di Ramin Bahrami. Il programma della penultima giornata Partito democratico, il segretario nazionale Zingaretti incontra i sindaci. Tra loro anche Amedeo Bottaro Mepa e agenzie interinali, Barresi (Iic): «Sistemi drogati, a Trani basta un accorgimento tecnico e il gioco è fatto» Cinema Impero, la programmazione della settimana Santo Graal, altro weekend coi fiocchi: domani tributo a Dalla e Daniele Puliamo il mondo, il circolo di Trani di Legambiente oggi in azione sul lungomare e domani a villa Bini Tre giorni di street soccer organizzati dalla chiesa Pienovangelo di via Superga. Ultimo appuntamento, oggi Archivio di Stato di Trani, oggi l'inaugurazione della mostra "La storia dell’acqua nel territorio di Trani 1865-1931" Arsensum, oggi e domani una mostra in piazza Sacra regia udienza Settembre, mese mondiale dell'Alzheimer: oggi screening gratuito a villa Nappi Prosegue, nello chalet della villa comunale di Trani, la mostra di Norberto Iera Ricominciano le attività del circolo Dino Risi. Si riparte dalla nuova collaborazione con i Dialoghi di Trani Consiglio comunale, martedì la prima convocazione. Sette i punti all'ordine del giorno Villa Seggettaro sta per riaprire: Trani soccorso la presenterà alla città il 28 e 29 settembre Regione Puglia, libri scolastici gratuiti e semigratuiti: domande entro il 23 ottobre Trani, impatto bus-auto all'incrocio di Colonna: due feriti, vettura distrutta e semaforo abbattuto A Trani tre nuovi varchi elettronici: partiti i lavori per l'installazione del primo. Ecco dove sorgeranno I Dialoghi di Trani, terza giornata su tecnologia e comunicazione con Massimo Bray. E l'approfondimento sulle storie di sei jahidisti italiani Sistema Trani, rigettate tutte le richieste delle difese e fissate le prossime tre udienze Tassazione delle piccole e medie imprese, Trani è la città più virtuosa della Bat. La Cna: «E si può fare anche meglio» Contributi per il miglioramento sismico di edifici privati, domande entro il 27 settembre Da ottobre a Trani la scuola di recitazione di Pierluigi Corallo Opere pubbliche, il Comune di Trani pone le scuole in testa alle nuove priorità del 2019: l'allargamento di due strettoie slitta agli ultimi due posti Scuola De Amicis di Trani, da quest'anno tutta la primaria sotto lo stesso tetto: ricavate quattro nuove aule con lavori per 50mila euro
PUBBLICITA' Avicola Colangelo