«Voucher nella manovra di bilancio?»: la Cgil scrive al Prefetto della Barletta-Andria-Trani

La Cgil Bat, fortemente preoccupata dell’ipotesi di interventi sulla manovra di bilancio che puntano a reintrodurre forme di lavoro non in coerenza con la legge che ha abolito i voucher, ha decido di mobilitarsi.


Il segretario generale Giuseppe Deleonardis ha scritto al Prefetto per rappresentare il corto circuito istituzionale che rischia di prodursi. Infatti il Governo ha varato una legge che ha portato alla cancellazione dei voucher dopo il milione di firme raccolte dal sindacato a sostegno di un referendum abrogativo fissato per il 28 maggio ma poi annullato dalla Consulta proprio perché ormai le richieste in esso contenute erano state superate dalla legge. Sembra però che ora si voglia far rientrare dalla finestra quella norma.


Siamo preoccupati dalle notizie che ci giungono sulla reintroduzione di norme sul lavoro accessorio e voucher nella manovra correttiva, per questo chiediamo al Prefetto di farsi portavoce presso il Governo affinché si blocchi qualsiasi tentativo di reintroduzione di tale norma in quanto, non solo contraddice lo spirito dell’abrogazione dei referendum, facendo emergere che la legge approvata era solo tesa a bloccare l’azione referendaria, ma non avvia nessun confronto preventivo con le parti sociali in materia e reintroduce un meccanismo che sia a livello nazionale che a livello locale, ed in particolare nel nostro territorio, legittima e implementa situazioni di fenomeni elusivi, di violazione contrattuale e lavoro nero attestati oltre 66 percento, secondo i dati del Ministero del lavoro.


Tutto ciò produce una profonda lacerazione nel tessuto sociale e nel mondo del lavoro che vive già situazioni di forte precarietà e di lavoro nero. Chiedo al Prefetto di dare ascolto e voce alle preoccupazioni del sindacato presso il Governo.


Giuseppe Deleonardis, segretario Generale Cgil Bat

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Trani Tradizioni

Notizie del giorno

Oltre duecento ragazzini in attesa del concerto già dalle 4 di ieri: Trani, è scoppiata la Rikimania Riki a Trani: per la Fondazione Seca, questa sera, è il terzo spettacolo di Fuori museo Riki a Trani, tutto quello che c'è da sapere fra servizi e misure di sicurezza Il giullare 2018, a Trani è la notte dei verdetti: questa sera, alle 21, la serata finale del festival «contro ogni barriera» Con “Tango, monsieur?” al parco santa Geffa di Trani va in scena la solidarietà femminile Giostrine di Trani accessibili, ne arrivano due nuove in via Polonia e villa comunale Amiu Trani, il Movimento 5 stelle torna a chiedere al sindaco la revoca di Guadagnuolo Al Polo museale di Trani torna Pam, Piccoli amici al museo «Festival Debussy» a palazzo Beltrani: oggi l'ultimo appuntamento I quarant'anni di Radio Bombo: a breve, mostra e manifestazioni al Polo museale di Trani È in edicola il nuovo numero de Il giornale di Trani: «La voce» Trani religiosa, prosegue il programma della festa liturgica di Sant'Anna Infopoint di Trani, nuovi appuntamenti estivi: da oggi, espone Aniello Palmieri Trani, prosegue l’«estate del quartiere stadio»: oggi, caccia al tesoro Estate di Trani, da domani l’undicesima edizione di “Raccontando sotto le stelle” Trani, martedì 31 luglio messa in ricordo di Mons. Pichierri Palazzo Beltrani, fino al 26 agosto la personale di Dario Agrimi: “Scatola nera” A Trani la pop art con "Pop five": esposizione di quadri di pop art fino al 20 agosto Trani religiosa, il programma della festa patronale dal 27 al 30 luglio Estate di Trani, il programma giorno per giorno. Anche oggi, tanti appuntamenti Pedana del lido Marechiaro, il Comune di Trani fa sospendere i lavori: «Serve autorizzazione paesaggistica» Supercinema, parla il legale della proprietà: «La Procura di Trani ha chiesto l'archiviazione e i miei assistiti stanno adottando le soluzioni per la messa in sicurezza» Goletta verde arriva a Trani e, questa volta, si ferma a Boccadoro Trani, consiglio comunale il venerdì di San Nicola. Ma c'è sempre la seconda convocazione il 31 luglio Gettoni di presenza: a Trani, per il 2018, potrebbero bastare 55mila euro. Sarebbe un sesto di quattro anni fa Trani, processo Zanni: Napoletano assolto dall'accusa più grave. Per lui 4 anni per rissa pluriaggravata. Due anni e sei mesi per Lorusso Trani, sentenza processo Zanni: soddisfatto il difensore di Napoletano, proporrà appello il legale di Lorusso Trani, sentenza processo Zanni: per il legale della famiglia, «rissa e omicidio avrebbero dovuto coesistere» Servizi all'ospedale di Trani, Delle Donne: «Investimenti per 9 milioni di euro, quasi 45mila accessi solo l'anno scorso»
PUBBLICITA' Gallo Restaurant