Il Polo museale di Trani festeggia il primo anniversario: oggi, annullo postale e gran concerto in cattedrale

Gli appassionati della filatelia sono già in trepida attesa, quelli della musica scalpitano con non meno fermento. La festa del primo anniversario dell'inaugurazione del Polo museale diventa un appuntamento di gran richiamo per due grosse nicchie di pubblico e, complessivamente una splendida vetrina per il nuovo fiore all'occhiello della cultura a Trani.


Dunque questo sabato, 22 aprile, la Fondazione Seca celebrerà il primo anniversario dell'apertura del Polo museale. L'evento sarà caratterizzato da un doppio appuntamento.


La mattina ed il pomeriggio, presso Palazzo Lodispoto, in piazza Duomo, sede del Museo della macchina per scrivere e del Museo Diocesano, sarà attiva una postazione di Poste italiane per il rilascio di un annullo filatelico su una serie di cartoline commemorative, fatte stampare per l'occasione dalla Fondazione Seca, che ritraggono varie sezioni del museo caratterizzate da elementi delle collezioni tra i più rari e pregiati. Insieme con le cartoline, saranno esposti anche pochi francobolli, fuori commercio, presenti in Italia e raffiguranti Indro Montanelli: neanche a farlo apposta furono emessi il 22 aprile, del 2009, in occasione del centenario della nascita del grande giornalista.


Alle 20, poi, presso la Basilica cattedrale, andrà in scena il Requiem di Mozart, eseguito dall'Orchestra della Città metropolitana di Bari, diretta da Vito Clemente. Saranno ben 173 i componenti della formazione, fra strumentisti, solisti e coristi, in una serata che prevede, anche un'introduzione che riassumerà la storia di un anno di attività del Polo museale. Sul presbiterio canteranno Daniela De Gennaro (soprano), Antonella Colaianni (contralto), Gianni Leccese (tenore) e Giuseppe Naviglio (basso). Ben quattro le formazioni canore presenti: coro Armonia, dell'Ateneo barese, diretto da Sergio Lella; coro Sine nomine, di Bari, guidato da Bepi Speranza; coro Jubilate, di Conversano, diretto da Donato Totaro; corale polifonica Michele Cantatore, di Ruvo di Puglia, condotta da Angelo Anselmi.


Il termine “Polo museale” racchiude perfettamente l'immagine di una struttura almeno trivalente, perché formata dal Museo delle macchine per scrivere (che occupa due dei tre livelli di Palazzo Lodispoto), dal Museo diocesano, che occupa il terzo, e dal Museo di storia ebraica, nella vicina ex sinagoga Scola grande, meglio conosciuta come ex chiesa di Sant'Anna.


Soprattutto il Museo delle macchine per scrivere sta incantando i visitatori: nel piano interrato c'è l'intera collezione Olivetti; al primo livello tutte le altre macchine per scrivere della storia, dalle più antiche alle ultime fabbricate; ed ancora macchine braille, quelle giocattolo, ricambi ed accessori per un patrimonio inestimabile di almeno 450 pezzi in un museo che ha pochi eguali in tutto il mondo.


Al secondo piano il Museo diocesano, con una sezione dedicata al “Tesoro capitolare della cattedrale”, una sezione destinata al “lapidario” ed un’area che custodisce la collezione archeologica “Lillo-Rapisardi”. Infine, dislocato in altro edificio, il “Museo di storia ebraica”, con altre importantissime testimonianze del fulgore della presenza di quel popolo in città, oltre mezzo millennio fa.


Intanto, fino al prossimo 7 maggio, nella corte di palazzo Lodispoto, in piazza Duomo, sede principale del Polo museale, ha luogo la mostra dal titolo «Le tele del Menzele e del Marchese», a cura della Fondazione Seca. In esposizione tre quadri antichi del XVI e XVII secolo, di gran valore storico e dimensioni, tutti provenienti e «prestati», dal santuario della Madonna del Carmine, e che la Fondazione Seca ha inteso valorizzare: «La crocifissione», di Francesco Marchese; «Sant'Anna che insegna a leggere a Maria Bambina», sempre del Marchese; «Madonna col Bambino e San Simone Stock», del 1779, di Nicola Menzele. L'esposizione sarà aperta dalle 9.30 alle 19, con ingresso libero. 


Infine questa domenica, 23 aprile, dalle 10.30 sempre presso Palazzo Lodispoto, «Liberidileggere», il programma delle iniziative organizzate in occasione della Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Antiche Arcate

Notizie del giorno

Carlo avrà la protesi speciale di cui ha bisogno: l'Asl Bt assicurerà al ragazzo di Trani una qualità di vita migliore Manifestazioni a Trani ed effetti collaterali: le auto ritornano "su" piazza Gradenigo Estate di Trani, ecco altri eventi con patrocinio comunale gratuito. Tra questi, “Calice di san Lorenzo” e un nuovo festival del cibo di strada Trani, proiettili in via Superga verso lo stesso fabbricato del tentato omicidio del 22 febbraio È in edicola il nuovo numero de “Il giornale di Trani”: «Beffa» Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Lo Iat di Trani ospita mostre artistiche per due mesi: da oggi, Angelo Piccolo "Novantanove borghi, racconto di Puglia": oggi giornata dedicata a Trani VIDEO. La Madonna di Fatima pellegrina a Trani fino d oggi: è ospite dello Spirito Santo Palazzo Beltrani ospita i grandi maestri del Novecento. Esposizione aperta fino al 31 agosto Palazzo Beltrani, orario continuato nel weekend. Da martedì prossimo, corsi di disegno Martedì prossimo a Trani il "Salotto del risparmio Helvetia" Servizio civile: l’Oasi 2 di Corato, Trani e Bisceglie cerca 5 volontari. Domande entro il 26 giugno Venerdì 30 giugno a Trani convegno sul tema "L'eredità di Giovanni Bovio" Biblioteca di Trani, tutti i progetti estivi per i più piccoli Trani sportiva è in lutto: addio a Santino Barbato. Volò in B con la Polisportiva e allenò la leggendaria squadra femminile Trani, la poesia scende in strada: i versi di Daniele Marrone sui pali della città “DigithON” 2017, da Trani anche “IsApp” Dialoghi di Trani, trentotto le opere in gara al premio Fondazione Megamark. Il 14 luglio i nomi dei finalisti Infopoint, più di un milione di euro dalla Regione per investirvi. Per Lima (Fdi), «opportunità per lo Iat di Trani» Avvocati in difficoltà economiche, anche l’Ordine di Trani aderisce a WeAvv: oltre 800.000 euro per la conciliazione “vita-lavoro”
PUBBLICITA' Gallo