Carcere di Trani, «apertura nuovo padiglione da 200 posti senza personale»: la denuncia del Sappe

C’era una volta il carcere di Trani che era considerato il fiore all’occhiello  del sistema penitenziario italiano,   poichè ospitava in sicurezza, la crema del terrorismo rosso, nero nonché i più famosi criminali italiani del momento. Il penitenziario di Trani costruito negli anni 70 diventò un carcere a massima sicurezza poiché a quel tempo era considerato strutturalmente all’avanguardia e molto sicuro. Da allora sono passati quasi 50 e molti lavori di manutenzione anche straordinari sono stati eseguiti poiché la struttura con gli anni è diventata fatiscente.

Purtroppo da allora la famosa sezione “blu” quella in cui erano ospitati terroristi e famosi criminali, è rimasta la stessa diventando un monumento al degrado ed alla fatiscenza, e nonostante ciò si continuano ad ospitare circa 200 detenuti costringendo anche i poliziotti a lavorare in condizioni igienico sanitarie fatiscenti. Negli ultimi tempi il SAPPE, sindacato autonomo polizia penitenziaria ha più volte denunciato all’amministrazione penitenziaria ed ai mass media lo stato di degrado presente in tale reparto che ospita più del 60% della popolazione detenuta di Trani, con stanze singole con al centro un water, e locali docce da far paura.

Il SAPPE, nonostante gli “avvertimenti” minacciosi dell’amministrazione che non voleva, ha pure documentato con foto una situazione di assoluto degrado che offende la dignità di detenuti e la professionalità dei poliziotti. Chissà dove sono le varie associazione che tutelano i diritti dei detenuti (Antigone per esempio) radicali e garanti  sempre pronti a denunciare situazioni anomale o sparare addosso ai poliziotti. A seguito delle forti proteste del SAPPE, l’amministrazione penitenziaria promise che appena pronto il nuovo padiglione da 200 posti,  ci sarebbe stata il travaso di detenuti,  con la  chiusura immediata della sezione della vergogna.

La battaglia del SAPPE fu anche condivisa  dall’allora direttrice del carcere di Trani  dott. Piarulli  che, addossava la responsabilità di questa vergogna ad un amministrazione inefficiente ed inesistente. Come pure la Dirigente del carcere insieme ai sindacati ha sempre sostenuto  la necessità di integrare i  poliziotti penitenziari di Trani che,  si erano vista scippare con i nuovi organici del 2017,  una cinquantina di unità. Tutto ciò oltre alla grave situazione igienico sanitaria già descritta,  ha comportato aggravio di lavoro per i polizotti in servizio costretti a carichi di lavoro massacranti.

Proprio con la dott.ssa Piarulli in più occasioni abbiamo firmato documenti  con cui si chiedeva al DAP l’integrazione dei poliziotti,  al fine di garantire i diritti previsti dalle leggi dello stato a tutela dei lavoratori. Il 23 marzo 2018 alla notizia dell’elezione della direttrice del carcere di Trani a senatrice della repubblica  per il movimento 5 stelle, non solo il SAPPE ed  i poliziotti della regione, ma soprattutto quelli di Trani sono stati molto felici poiché finalmente potevano contare sull’aiuto di chi in prima linea, era a conoscenza   delle problematiche penitenziarie pugliesi, e  tranesi in particolare.

Purtroppo però sono passati DUE anni dall’elezione della senatrice Piarulli,  ma nessun intervento concreto a favore delle carceri Pugliesi  e di quello  di Trani è stato posto in essere, nonostante il ministro della giustizia Buonafede fosse della sua stessa parte politica. Così la nuova  senatrice che da direttore si lamentava  della sezione BLU, della carenza di poliziotti, del grave sovraffollamento  di detenuti che vede la regione Puglia tra le più disastrate della nazione, nel momento in cui poteva dare una mano concreta  al sistema  penitenziario regionale e locale, è scomparsa per poi riapparire solo per qualche fugace intervento di passerella e rappresentanza.         

Il SAPPE che rappresenta la quasi metà dei poliziotti pugliesi, ha ancora molta fiducia nella senatrice Piarulli   e spera  che questa assenza  di “ due anni” dal preoccuparsi di situazioni che conosce molto bene,  sia dovuta al “noviziato” per cui ci auguriamo che già da domani,  inizi ad interessarsi concretamente delle problematiche penitenziarie pugliesi che,  sono molto complesse e delicate a partire proprio dall’imminente apertura del nuovo  Padiglione  di 200 posti del carcere di Trani, pretendendo dall’amministrazione penitenziaria di utilizzare tale reparto solo  per ospitare i detenuti attualmente ristretti nella sezione “BLU” ai limiti della dignità umana che Lei conosce molto bene, che deve essere chiusa.

Nel contempo deve anche preoccuparsi che in occasione di tale apertura,  il DAP garantisca l’invio di un adeguato numero di poliziotti(almeno 50),  per assicurare la correttezza dei servizi.

Stesso impegno chiediamo alla senatrice del baschi blu,  per le imminenti aperture dei padiglioni di Lecce e Taranto,   ove sembrerebbe che il DAP non abbia intenzione di integrare  l’organico di polizia penitenziaria necessario per tali aperture.

Ultima cosa che chiediamo alla senatrice Piarulli è quella per cui nei nuovi padiglioni di Lecce, Taranto e Trani,  devono essere ospitati i detenuti ristretti nella regione, poiché allo stato la Puglia è di gran lunga il distretto più affollato della nazione con una percentuale superiore al 50%,  mentre a livello nazionale tale affollamento non supera l’8% con regioni che hanno carceri quasi vuote.

Senatrice Piarulli non dimentichi  che la sua intera vita professionale si è svolta all’interno dei penitenziari dove ha svolto un compito egregio,  vorremmo che quella disponibilità e professionalità la mettesse a disposizione del sistema penitenziario pugliese che,  le  sarebbe molto riconoscente.

Senatrice Piarulli, Batta un colpo…. glielo chiedono i suoi tanti collaboratori e sottoposti della polizia penitenziaria  che hanno sempre avuto fiducia in Lei, se ciò non dovesse avvenire Lei tradirà non solo tutti Noi , ma il suo stesso passato.

 

 

Federico Pilagatti, Segretario regionale Sappe

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Incos

Notizie del giorno

Strisce blu ripassate: da lunedì si torna a pagare la sosta a Colonna e sul lungomare. Al monastero arriva il parcometro di corso Italia È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Brividi». Ed in abbinamento editoriale, il libro di Rino Mennea dedicato alla storia delle cartoline Le cartoline dal 1898 al 1920: nelle edicole e in libreria il nuovo libro di Rino Mennea in abbinamento editoriale con il Giornale di Trani Feste patronali e religiose, la Conferenza episcopale pugliese cancella processioni e fiaccolate ma non si esprime sui fuochi Trani religiosa, il Crocifisso è ritornato a Colonna. Il messaggio finale del Comitato feste patronali Coronavirus, buone notizie dal Brasile: il missionario don Mario Pellegrino adesso è negativo Solenni festeggiamenti in onore di San Nicola il Pellegrino: il programma delle celebrazioni inizierà oggi Coronavirus, sabato 13 giugno test sierologici (solo su prenotazione) nella sede della Croce Bianca Laurora: «Trani, unica città senza una percentuale validabile di differenziata». E sull'ecotassa, «la più alta della Puglia» Isola ecologica di Trani, Barresi invia segnalazione a Polizia provinciale e Noa: «Vi si trattano anche rifiuti indifferenziati» Isola ecologica di Trani, Amiu replica a Barresi: «Tutto regolare e a norma, invitiamo i cittadini a verificare di persona» Associazione Nicholas De Santis, continua la raccolta alimentare per le famiglie in difficoltà Trasferimento del mercato di Trani, Montaruli (Casambulanti): «Molti punti di debolezza e qualche leggerezza di troppo» Regione Puglia, da oggi riprendono gli stage e gli esami finali. L'assessore Leo: «Stiamo lavorando per la ripartenza di tutti i settori» La Lega navale di Trani ritorna in acqua: pronti i corsi di vela per la stagione estiva Coronavirus, 4 nuovi positivi in Puglia su 2.642 tamponi. E la Bat (nuovo zero) retrocede a 380 casi grazie alla cancellazione di un positivo dal database. Guarite quasi 2700 persone Trani religiosa, messa crismale in cattedrale: ieri la consacrazione degli oli santi "San Nicola in Rime", al via il quarto concorso di poesia in vernacolo. Opere da inviare entro il 18 luglio Applica targhe simili a quelle originali alla propria auto: la polizia di Trani ferma un 60enne Coronavirus, a Trani cinque nuovi guariti: il loro totale diventa 18, gli attualmente positivi restano 6 Aiuti emergenza Covid, dalla Regione oltre 9 milioni di euro per i comuni. A Trani arriveranno 130mila euro Ritrovata in una cassaforte una medaglia d'oro di mezzo chilo dedicata a Stanislao Fusco, già cittadino onorario di Trani. Gli sarà intitolata una sala di lettura della biblioteca Scuola D'Annunzio, continua il percorso sulla legalità: incontro online con il fratello dell'agente di scorta di Falcone Auser Trani, domani pomeriggio tour virtuale della città con la guida turistica Gabriele Pace L'ex procuratore di Trani Capristo all'interrogatorio su una sedia a rotelle, ma risponde a tutte le domande e chiarisce ogni addebito. Il legale: «Ha chiesto di andare in pensione» Coronavirus, a Trani la prima rata della Tari si pagherà il 30 giugno. Tutte le nuove scadenze Il mercato di Trani si sposta in via Falcone: prima data, ufficiosa, 9 giugno. L'alimentare resta in piazza Madre Teresa di Calcutta Mercato in via Falcone, la soddisfazione di Montaruli (Casambulanti): «Adesso il sindaco di Trani ci convochi per definire i nuovi posteggi» Consiglio comunale di Trani, approvato il Regolamento per la tutela degli animali. Merra, felice, scoppia in lacrime. E i debiti fuori bilancio portano il doppio gettone Il Daspo urbano arriva anche a Trani: approvata all'unanimità la modifica del Regolamento di polizia urbana che adesso lo contiene Garante dei detenuti, il consiglio comunale di Trani elegge Elisabetta De Robertis Consiglio comunale di Trani, respinta la proposta di delibera della minoranza per aiuti alle famiglie colpite dall'emergenza covid: decisivo un emendamento dichiarato irricevibile Consiglio comunale, nei preliminari Amet e Amiu al centro degli interventi. E Procacci: «Gli assembramenti a Trani fanno veramente paura» Consiglio comunale di Trani, Bottaro condivide i timori sugli assembramenti: «Sulla movida adotteremo il modello Milano vietando l'asporto» Consiglio comunale di Trani, ricordato Mimmo De Laurentis prima di surrogarlo con Mariangela Scialandrone Sanità pubblica nell'emergenza Covid-19, Spi Cgil Bat: «Momento drammatico da cui imparare» Dalla richiesta di aiuto al comune alla riapertura: la Judo Trani torna con gli allenamenti nel rispetto delle prescrizioni È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «La svolta». Ed in abbinamento editoriale, il libro di Rino Mennea dedicato alla storia delle cartoline Coronavirus, ok dall'Autorità elettrica per i benefici alle utenze non domestiche: a Trani, per maggio-giugno-luglio, sconti in bolletta fino al 70 per cento Coronavirus, la Puglia adesso ha un problema Foggia: dieci casi tutti lì dopo un contagio in famiglia. Bat, ancora zero Coronavirus, avviata l'indagine sierologica della Croce rossa nella Bat: fra i comuni c'è anche Trani VIDEO. Riaprono le palestre: tra paure e nuove organizzazioni la ripresa è lenta Omicidio Zanni, la Corte d'Appello conferma le condanne di primo grado. Inammissibile, perché tardivo, l'appello della Procura di Trani Riparazione delle strade rurali, a Trani un finanziamento del Gal Ponte Lama di 250mila euro
PUBBLICITA' AMIU