Stabilizzazione precari sanità, la Fp Cgil lancia un appello alla Asl Bat

“Accogliamo con favore l’approvazione in emergenza Covid-19 dell’ultimo Decreto della Presidenza Consiglio dei Ministri riguardo l’incremento ed incentivazione dei fondi contrattuali, utili a remunerare prioritariamente il personale dipendente delle Aziende ed
Enti del Servizio Sanitario Nazionale (Asl Bat compresa) correlato alle particolari condizioni di lavoro ed alla valorizzazione della qualità dei servizi e dei livelli di efficienza dei servizi nel comparto sanità”. Lo dichiara la segreteria della Fp Cgil Bat più volte intervenuta sul tema della stabilizzazione degli operatori sanitari.

“Un risultato che giunge dopo anni di lotta delle organizzazioni sindacali, e della Cgil in particolare, per superare il precariato nella Pubblica Amministrazione e nella sanità in particolare, garantendo continuità nell’erogazione dei Livelli essenziali di assistenza che, a
partire dalle stabilizzazioni in Puglia, è proseguita sino all’approvazione della Legge Madia n. 75/2017 ed ultimo con il nuovo DPCM, spostando il requisito per il personale medico, tecnico professionale, infermieristico, dirigenziale e no, dal 31/12/2019 al 31/12/2020 (art.
20 comma 11-bis)”, commentano il coordinatore provinciale sanità, Luigi Marzano ed il segretario provinciale della Fp, Rosa Matera che spiegano come “si debba continuare su questa strada in quanto la carenza di personale, incrementata notevolmente con il blocco alle
assunzioni nel corso dei vari piani di rientro ed operativi in Puglia ed il lavoro precario e non stabile restano una piaga della società e del Servizio Sanitario Nazionale; quindi il suo superamento è garanzia per i Livelli Essenziali di Assistenza, per la qualità dei servizi
pubblici e della sanità, a difesa del diritto alla salute pubblica dei cittadini garantita dal S.S.N. (sancita dall’art. 32 della nostra Costituzione), oggi come non mai rivalutata, a seguito di una piaga mondiale qual è l’attuale pandemia da coronavirus”.

Infine, Marzano e Matera rivolgono un appello alla direzione strategica della Asl Bat che per prima in Puglia, il 10 aprile 2020, ha avviato le procedure di ricognizione del personale, ai sensi dell’art. 20 comma 1 del D. Lgs. 75/2017 ss. mm. ii. utile ai fini della stabilizzazione del personale medico, tecnico – professionale, infermieristico, dirigenziale e no, “a procedere con altrettanta celerità alla loro stabilizzazione così come a favorire la proroga dei contratti in essere, a tempo determinato, per il personale dirigente medico laureato e con particolare riferimento a coloro i quali hanno acquisito esperienza presso l’Asl Bat nel settore dell’emergenza urgenza, periodi utili poi al fine del periodo previsto dalla stessa Legge Madia n. 75/2017 per le successive stabilizzazioni anziché favorire il ricorso a contratti flessibili ed autonomi co. co. co. non utili al fine del superamento del precariato”.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Woodcenter

Notizie del giorno

VIDEO. Riaprono le palestre: tra paure e nuove organizzazioni la ripresa è lenta Omicidio Zanni, la Corte d'Appello conferma le condanne di primo grado. Inammissibile, perché tardivo, l'appello della Procura di Trani Porta a porta in tutta Trani, Amiu pronta a querelare Loconte sui facilitatori. Bottaro: «Il sorteggio parla da solo» Consiglio comunale di Trani, impossibile il voto segreto online: oggi il comandante della Pm raccoglierà le schede a casa dei consiglieri Oggi torna a riunirsi il consiglio comunale di Trani online: Mariangela Scialandrone surrogherà il compianto Mimmo De Laurentis Riparazione delle strade rurali, a Trani un finanziamento del Gal Ponte Lama di 250mila euro Riapertura del mercato settimanale, Montaruli (Casambulanti): «Convocazione urgente del tavolo tecnico comunale» "La giustizia sospesa", venerdì il flash mob degli avvocati in piazza Duomo: «Tutte le attività riaprono ma i tribunali restano indietro» Parco e pista ciclabile di via Falcone, aggiudicazione provvisoria a una ditta di Trani. Barresi: «È la vittoria di tutta la città» Rilancio del turismo, le idee di Domenico Corraro: «Pensare in maniera strategica attingendo ai finanziamenti regionali ed europei» Coronavirus: due soli nuovi casi in Puglia, di cui uno nella Bat, a fronte di oltre 2200 tamponi Comunali, regionali e referendum tutti insieme in un unico giorno: la data potrebbe essere il 20 settembre Pagamento delle pensioni di giugno, si prosegue: eEcco il calendario per non creare assembramenti Le cartoline dal 1898 al 1920: nelle edicole e in libreria il nuovo libro di Rino Mennea in abbinamento editoriale con il Giornale di Trani È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «La svolta». Ed in abbinamento editoriale, il libro di Rino Mennea dedicato alla storia delle cartoline Trani, domani sera in Cattedrale la messa Crismale trasmessa in diretta televisiva Solenni festeggiamenti in onore di San Nicola il Pellegrino: il programma delle celebrazioni inizierà il 30 maggio "San Nicola in Rime", al via il quarto concorso di poesia in vernacolo. Opere da inviare entro il 18 luglio Ex area Lapietra, girandola di toponimi: arriva via Di Martino, si sposta via Ronchi e villa Bini diventa parco Petrarota Chiesa piccola e poco ventilata: le celebrazioni della parrocchia di san Giovanni, ogni domenica, si svolgeranno all'aperto Porta a porta in tutta Trani, la distribuzione dei kit inizierà l'8 giugno e i facilitatori ambientali saranno sorteggiati il 3 giugno. Info per candidarsi Porta a porta in tutta Trani, Bottaro: «Il servizio partirà a settembre e tutti sapranno perfettamente come differenziare i rifiuti» Porta a porta in tutta Trani, dopo il virus anche le cause: la ditta che non ha vinto la gara per le attrezzature ricorre al Consiglio di Stato e chiede un maxi risarcimento Porta a porta in tutta Trani, Loconte (Trani Governa) sui facilitatori Amiu: «Ci sarebbero già i nominativi» Ordine dei commercialisti di Trani contro le parole di Roberto Saviano: «Serve rispetto per la nostra professione» Gli psicologi di Puglia scrivono al governatore Emiliano: «Non sottovalutiamo i problemi legati all'emergenza. Ecco le nostre proposte» Sanità, Santorsola chiede il potenziamento del presidio territoriale di Trani: «Ottimizzazione dell'offerta deve essere un obiettivo comune»
PUBBLICITA' Incos