«Contratto scaduto, ridateci le chiavi». Ma il Comune di Trani non ha bandito alcuna gara e, per il momento, l'edicola di piazza D'Agostino resta aperta

Si legge sempre meno, si vendono sempre meno giornali, le edicole chiudono e, a Trani, alcune sono diventate ruderi. Lo scenario è tutt'altro che piacevole e le prospettive ancora più nebulose.

Eppure c'è chi ha provato ad andare controcorrente, continuando ostinatamente a lavorare, credendo ancora nella funzione culturale e di crescita sociale favorita da quotidiani e riviste e portando avanti, anche a proprie spese, la conduzione di un chiosco comunale che, diversamente, avrebbe cominciato ad accusare i segni del tempo, magari diventando del tutto inagibile.

È il caso degli edicolanti di piazza Natale D'Agostino, che hanno speso soldi per lavori di fabbro e, agli uffici comunali, avevano chiesto anche di ingrandirsi, ristrutturando a proprie spese l'edicola pure con l'annessione un bagno pubblico, che dovrebbe esserci e non c'è: da Palazzo di città, però, hanno sempre preso tempo.

Ciononostante, l'attività è andata regolarmente avanti, anche avviando nuovi servizi paralleli alla vendita dei soli giornali, dal pagamento dei conti corrente all'attivazione di contratti di telefonia mobile.

Ecco perché è stato un autentico fulmine a ciel sereno avere ricevuto, nei giorni scorsi, l'avviso di rilascio dell'immobile giunto dal Comune di Trani, che ha invitato i gestori «a rilasciare la proprietà comunale adibita ad edicola in piazza Natale D'Agostino, oggetto di concessione in uso ormai scaduta, libera da persone e cose, presentando le relative chiavi entro l'8 aprile».

«Non ci credevamo quando abbiamo letto il provvedimento», fanno sapere Francesco e Giovanna, che conducono quel chiosco dall'8 giugno 2015, con scadenza della concessione al 31 dicembre 2018.

Dunque, già da oltre tre mesi la concessione è scaduta, ma nel frattempo il Comune di Trani non ha bandito alcuna gara per la nuova gestione del chiosco.

Pertanto, l'avviso di rilascio dell'immobile non si fonda su un procedimento alternativo già avviato, ed in presenza del quale, ove vi fosse stato, vi sarebbe dovuta essere una proroga tecnica fino alla successiva aggiudicazione. A maggior ragione, non si comprende perché, in assenza di gara, la proroga non ci sia.

Peraltro, abbandonando il chiosco, si arriverebbe ad emulare quanto già accaduto, purtroppo, in via Malcangi, dove l'edicola è chiusa da oltre un anno e, nei giorni scorsi, è stata messa in sicurezza «impacchettandola» con una rete stirata, per evitare che pezzi di lamiera cadessero sulla testa dei passanti.

A quanto s'è informalmente appreso, tuttavia, le parti si sono incontrate e sembrerebbe che l'attività almeno non sarà oggetto di alcuna brusca interruzione.

Non c'è nulla di ufficiale, ovviamente, ma sarebbe davvero singolare, oltre che anomalo, che uno dei pochi chioschi adibiti ad edicola che realmente funzionano, e che è una delle poche proprietà comunali in cui non si è mai verificato neanche per sbaglio, un caso di morosità, arrivi uno stop con scadenza immediata, che metterebbe in gravissima difficoltà chi fino ad oggi, e come minimo, ha solo onestamente lavorato.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Ufficio 2000

Notizie del giorno

Trani religiosa, riviviamo anche la Processione dei Misteri Rapine a portavalori, la Polizia di Stato arresta 5 persone. Operazione anche a cura degli uomini di Trani Apertura di un Caf a villa Guastamacchia, i dubbi di Fratelli d'Italia Trani Liste d'attesa, la Asl Barletta-Andria-Trani: «La nostra attenzione è massima» Rimozione del tetto in amianto sull'ex Supercinema di Trani, martedì i lavori. Le indicazioni per i residenti È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Vuoti, e a perdere» Dipendente comunale con doppio lavoro? Il tribunale di Trani accoglie il ricorso di Sergio De Feudis Trani, liquami sulla spiaggia di Colonna. La video-denuncia del consigliere Barresi Pasqua, Pasquetta e “ponti”: intensificate le attività della Polizia ferroviaria Diabete: anche in Puglia le rilevazioni verranno fatte tramite tecnologia flash Trani religiosa, il racconto dell'intensa notte dell'Addolorata. E, al ritiro, la processione devia per non disturbare il riposo di Nerone Settimana santa, le celebrazioni presiedute dal vescovo di Trani nell’Arcidiocesi Questa mattina, a Trani, la mostra "Impronte dell'anima" Trani, la zona umida di Boccadoro sarà aperta a Pasqua, Pasquetta, il 25 aprile e il 1mo maggio. Tutte le info AGGIORNATO. Pasqua e Pasquetta: cosa visitare a Trani Pasqua, Pasquetta e ponte del 25 aprile a Trani: gli orari della Ztl sul porto Polo museale di Trani, da oggi al 5 maggio la mostra di santi e Madonne in campana Al via il primo concorso fotografico “Le processioni della Settimana santa a Trani”. Iscrizioni entro martedì Volley donne: Adriatica Trani impegnata oggi nella Final Four di Coppa Puglia Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Santo Graal di Trani, domani tributo a Stevie Wonder “Il genio, 500 anni di meraviglia”: a Trani, fino al 30 giugno, la nuova mostra su Leonardo Da Vinci Trani, prosegue la mostra di Mimmo Rotella “SeriDécollages” Oggi, a Trani, l'evento «Spazio ce n'è» Trani, il bilancio si voterà martedì 23 aprile. 26 i punti all’ordine del giorno Trani religiosa, nella messa in Coena Domini c'è ancora la lavanda dei piedi. Foto e video di una notte di intenso raccoglimento Contraffazione, le Fiamme gialle di Puglia sequestrano 3 milioni di articoli Pasqua, Pasquetta e "ponti": Trani tra le dieci mete in Italia più gettonate dai camperisti Vuole giocare con la palla del bimbo, ma il cane lo travolge e lo ferisce: Trani, attimi di paura in villa comunale Spese di rimozione dei rifiuti dalla costa: la Regione concede a Trani 48.000 euro Stagione balneare alle porte, le capitanerie di porto pugliesi disciplinano già la sicurezza sulle spiagge «La valorizzazione del patrimonio culturale?»: per gli studenti del “De Sanctis” di Trani, «un gioco da ragazzi» Trani, al via le riprese del cortometraggio «Dog days»
PUBBLICITA' Ufficio 2000