Trani religiosa, una mano alle persone povere: benedetto l'ambulatorio medico solidale San Giuseppe Moscati

Il sogno di istituire a Trani il primo ambulatorio medico solidale sta diventando una realtà. L’idea di realizzare un presidio medico, capace di offrire cure e diagnosi gratuite per i meno abbienti, combattendo così la povertà sanitaria sul territorio tranese, si concretizza con la nascita della struttura intitolato a San Giuseppe Moscati “Medico dei poveri”.

Un accostamento per nulla casuale, poiché Moscati fu primario ospedaliero, insigne ricercatore, docente universitario di fisiologia umana e chimica fisiologica, medico per vocazione il cui bisogno imprescindibile, durante l’arco della sua vita terrena, fu rispondere alle necessità degli uomini ed alle loro sofferenze visitando premurosamente i malati, specie i più poveri e abbandonati, ed avvicinandoli in ospedale e nelle loro stesse abitazioni.

I locali sono stati benedetti ieri sera, alla presenza dell'arcivescovo, monsignor Leonardo D’Ascenzo, proprio in occasione del 92mo anniversario della morte del Santo medico. a conclusione di un percorso che ha visto protagonisti l’associazione Orizzonti, la parrocchia dello Spirito Santo e la Caritas di Trani.

«La comunità dello Spirito Santo – afferma il parroco, don Mimmo Gramegna -, si è impegnata in un anno, a propria cura e spese, a completare la costruzione dell’immobile destinato ad ambulatorio medico solidale. Tanti sono stati i devoti di Moscati e i parrocchiani che hanno contribuito, anche con piccole offerte, alla sua costruzione, insieme al contributo della Elemosineria apostolica a nome di Papa Francesco, al contributo dell’Arcidiocesi dai fondi dell’8x1000, al contributo di aziende e privati».

L’ambulatorio sarà in grado di offrire servizi di medicina polispecialistica, infermeria, assistenza farmaceutica e, come supporto all’attività medica specialistica, sarà attrezzato per fornire anche alcune indagini strumentali.

«Come risposta all’attuale emergenza sanitaria per la classe povera – ha spiegato Angelo Guarriello, presidente di Orizzonti -, il San Giuseppe Moscati si prefigge di integrare l’assistenza sanitaria di primo livello ad esclusivo indirizzo per le persone povere che siano iscritte nei registri della Caritas diocesana di Trani. Questo avverrà attraverso il rilascio di una “carta elettronica” collegata ad un sistema informatico elaborato, ad hoc, che ne gestisca la fase dell'elaborazione della richiesta, gestione dell’offerta ed apertura di data base e cartella clinica. Con la creazione di questo ambulatorio - prosegue - stiamo cercando di ridurre uno tsunami devastante. Ovviamente non vogliamo sostituirci all'assistenza nazionale, ma entrare in cooperazione con essa attraverso l’operato di volontari specializzati. L'ambulatorio offrirà visite specialistiche e diagnostica di primo livello, fino all'erogazione dei farmaci, grazie al rapporto fattivo di Orizzonti col banco farmaceutico italiano. Moscati ci ha insegnato che tutelare il povero significa tutelare la sua salute, ma soprattutto la sua dignità».

Alla presentazione del progetto hanno preso parte, inoltre, autorità religiose e civili, don Raffaele Sarno, direttore della Caritas diocesana, Antonio Proto, direttore dei lavori, i tecnici Zezza e Alicino e l'impresa esecutrice della Cooperativa muratori pugliesi.

Qui il video della benedizione, dal blog Trani religiosa, di Nicola Caputo.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Avicola Colangelo

Notizie del giorno

Trani religiosa, riviviamo anche la Processione dei Misteri Rapine a portavalori, la Polizia di Stato arresta 5 persone. Operazione anche a cura degli uomini di Trani Apertura di un Caf a villa Guastamacchia, i dubbi di Fratelli d'Italia Trani Liste d'attesa, la Asl Barletta-Andria-Trani: «La nostra attenzione è massima» Rimozione del tetto in amianto sull'ex Supercinema di Trani, martedì i lavori. Le indicazioni per i residenti È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Vuoti, e a perdere» Dipendente comunale con doppio lavoro? Il tribunale di Trani accoglie il ricorso di Sergio De Feudis Trani, liquami sulla spiaggia di Colonna. La video-denuncia del consigliere Barresi Pasqua, Pasquetta e “ponti”: intensificate le attività della Polizia ferroviaria Diabete: anche in Puglia le rilevazioni verranno fatte tramite tecnologia flash Trani religiosa, il racconto dell'intensa notte dell'Addolorata. E, al ritiro, la processione devia per non disturbare il riposo di Nerone Settimana santa, le celebrazioni presiedute dal vescovo di Trani nell’Arcidiocesi Questa mattina, a Trani, la mostra "Impronte dell'anima" Trani, la zona umida di Boccadoro sarà aperta a Pasqua, Pasquetta, il 25 aprile e il 1mo maggio. Tutte le info AGGIORNATO. Pasqua e Pasquetta: cosa visitare a Trani Pasqua, Pasquetta e ponte del 25 aprile a Trani: gli orari della Ztl sul porto Polo museale di Trani, da oggi al 5 maggio la mostra di santi e Madonne in campana Al via il primo concorso fotografico “Le processioni della Settimana santa a Trani”. Iscrizioni entro martedì Volley donne: Adriatica Trani impegnata oggi nella Final Four di Coppa Puglia Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Santo Graal di Trani, domani tributo a Stevie Wonder “Il genio, 500 anni di meraviglia”: a Trani, fino al 30 giugno, la nuova mostra su Leonardo Da Vinci Trani, prosegue la mostra di Mimmo Rotella “SeriDécollages” Oggi, a Trani, l'evento «Spazio ce n'è» Trani, il bilancio si voterà martedì 23 aprile. 26 i punti all’ordine del giorno Trani religiosa, nella messa in Coena Domini c'è ancora la lavanda dei piedi. Foto e video di una notte di intenso raccoglimento Contraffazione, le Fiamme gialle di Puglia sequestrano 3 milioni di articoli Pasqua, Pasquetta e "ponti": Trani tra le dieci mete in Italia più gettonate dai camperisti Vuole giocare con la palla del bimbo, ma il cane lo travolge e lo ferisce: Trani, attimi di paura in villa comunale Spese di rimozione dei rifiuti dalla costa: la Regione concede a Trani 48.000 euro Stagione balneare alle porte, le capitanerie di porto pugliesi disciplinano già la sicurezza sulle spiagge «La valorizzazione del patrimonio culturale?»: per gli studenti del “De Sanctis” di Trani, «un gioco da ragazzi» Trani, al via le riprese del cortometraggio «Dog days»
PUBBLICITA' Incos