Messa in sicurezza del Supercinema, il Comune di Trani proroga i termini ed il comitato conta i giorni che passano. Bottaro: «Alla fine il tetto sarà rimosso»

«Oggi è 19 gennaio 2019. Sono trascorsi inutilmente 7171 giorni da quando i residenti nella zona Supercinema rivolsero al Comune di Trani la prima istanza di risanamento del quartiere. Sono trascorsi 2023 giorni da quando l’allora sindaco Luigi Riserbato, con l’ordinanza numero 24 del 4 luglio 2013, dispose l’esecuzione di lavori di bonifica sul tetto del supercinema: ordinanza non ottemperata. Sono trascorsi 497 giorni da quando, nell’incontro del 21 settembre 2017 con il comitato spontaneo dei residenti, il sindaco in carica, Amedeo Bottaro, ammise candidamente di non conoscere il problema e promise il suo personale e fattivo interessamento».

Così Antonio Carrabba, presidente del comitato dei cittadini residenti nell'area del Supercinema, il quale quotidianamente, utilizzando il forum del nostro sito internet, radiobombo.com, scandisce a mo' di contatore quello che non accade all'ex cinematografo di via delle Crociate, chiuso dal 2008 e con un tetto in eternit che rischia di crollare a causa dello stato di precaria staticità della struttura in legno che lo sostiene.

Lo aveva scritto il consulente tecnico d'ufficio della Procura della Repubblica di Trani e, sulla base di quella relazione, il dirigente dell'Ufficio tecnico, Francesco Gianferrini, aveva emanato un'ordinanza che disponeva entro trenta giorni, a carico della proprietà, la messa in sicurezza della copertura.

Poco prima che il mese terminasse (la scadenza era stata fissata al 24 novembre 2018), veniva firmato un compromesso per la locazione dell'immobile in favore di una società di Bari, che si sarebbe fatta carico di un progetto di totale ristrutturazione dello stabile che comprendesse non solo il tetto, ma anche altre strutture compromesse.

Da qui la scelta del dirigente di prorogare di altri tre mesi il provvedimento e, di conseguenza, la posizione sempre più critica del comitato, sostenuto anche dal Codacons, che intravede semplicemente una tattica tesa a guadagnare tempo per non fare nulla.

La vicenda è stata recentemente richiamata nel consiglio comunale tenutosi lo scorso 31 dicembre ed il sindaco, Amedeo Bottaro, rispondendo alle sollecitazioni della minoranza si è così espresso: «È evidente che non dipende da me, perché se il dirigente ritiene di dover accordare una proroga è un atto dirigenziale rispetto al quale il sindaco non può assolutamente intervenire».

Ciononostante, il sindaco non si sottrae dal rendere qualche spiegazione e dire la sua: «Il dirigente ha emanato un provvedimento cautelare poiché ha chiesto, nelle more della proroga, alcuni interventi. Fermo restando che, nella relazione del consulente tecnico del magistrato, in realtà un pericolo imminente per la staticità di quel tetto non c'è».

La notizia, a questo punto, è data dall'intervento che si avrebbe in animo di compiere, sempre secondo quanto riferisce il sindaco: «Il privato ha chiesto una proroga perché va smontato praticamente tutto il tetto, inteso come copertura in amianto. A questo punto - tira le somme Bottaro -, giacché questo problema le città se lo trascina da sessant'anni, adesso aspettiamo ancora qualche mese, tanto oramai siamo arrivati al dunque: sul Supercinema non ci sarà più un tetto in amianto, perché quel tetto, non sarà incapsulato, ma rimosso».

Bottaro, però, quando si riferisce al privato non chiarisce se si tratti della proprietà o del conduttore con i quale la stessa ha sottoscritto un accordo che, allo Stato, sembra ancora di massima. Anche questo, quindi, diventa un motivo per il quale il comitato di residenti resta fortemente in guardia e continua a scandire quotidianamente il tempo che sembra trascorrere invano.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Ufficio 2000

Notizie del giorno

Trani schiava dello spray: dopo la cattedrale, San Toma Scritte sulla cattedrale di Trani, l'arcivescovo D'Ascenzo: «Troppo qualunquismo verso i beni culturali, ma ringrazio chi già si sta adoperando per ripulirla» Scritte sulla cattedrale di Trani, da Barletta la Barsa si propone per ripulirla gratis Anziana cade in acqua nel porto di Trani: un concorso di soccorritori le salva la vita Difesa del Pronto soccorso, domattina manifestazione davanti alla villa di Trani. Ci saranno anche Bottaro e Santorsola Tetto in amianto dell’ex Supercinema di Trani, presentato progetto per la rimozione Amministrazione di Trani, Uva (Associazione Buongoverno): «Solo annunci, niente di concreto» Trani, pubblicato il bando per il festival “Il giullare”. Candidature fino al 19 maggio Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Oggi, a Trani, presentazione del libro di poesie di Silvana Kühtz, “Manuale di fisica ostica” “InPuglia365”: alla Fondazione Seca di Trani un fine settimana ricco di iniziative Parrocchia Angeli Custodi di Trani, stasera la ventesima edizione del festival "Don Bosco" Domani al Polo museale di Trani l'evento “Fashion family” Trani, test importante contro Altamura. La gara sarà trasmessa in televisione San Marco Argentano-Trani: obiettivo, vincere per «rivedere» la salvezza Fortitudo seconda e Juve Trani quarta? Sembra quasi certo, e allora potrebbe essere un derby senza pensieri Bisceglie-Trani vale una stagione: questo sabato quasi una finale "Venerdì a teatro" all'Impero di Trani, nuovo appuntamento venerdì prossimo con "Napoli milionaria" Santo Graal di Trani, domani "Il ballo del Mattoni" Teatro a Trani, mercoledì 20 febbraio Bianca Nappi con “La sua grande occasione” Sabato 23 febbraio al Dino Risi di Trani "Francesco Greco Ensemble". Biglietti già disponibili È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Off» San Valentino senza freni: per far colpo sull'altra metà, deturpa la Cattedrale di Trani Sistema Trani, i legali di De Feudis e Ruggiero chiedono il proscioglimento: «Accuse spropositate e già in parte decadute» Ex ospedale di Trani e pronto soccorso, i chiarimenti del consigliere regionale Santorsola Emiliano riduce l'ecotassa in Puglia e Laurora tira un sospiro di solievo per Trani: «Risparmieremo 5 euro per tonnellata e la Tari non aumenterà» Crisi olivicola, il Comune di Trani scrive al Ministero delle politiche agricole. Se ne discuterà anche nel prossimo consiglio comunale Crisi olivicola, anche la Regione Puglia al fianco degli agricoltori Giornata di raccolta del farmaco, nella province di Bari e Barletta-Andria-Trani raccolti 12.222 medicinali Esce “Overbooking”, il secondo album del rapper di Trani Gio Fal. Disco prodotto dal dj Krispino
PUBBLICITA' Ufficio 2000