Passaggio a livello, De Toma (Fi): «Stiamo pagando mutuo e progettisti, il sottovia resti veicolare e pedonale»

«L'iter progettuale è da tempo avviato: cambiarlo in corsa sarebbe un danno per il quartiere e la città, oltre che economico per le casse del Comune». Tran questioni tecniche, e di opportunità, Pasquale De Toma, capogruppo di Forza Italia al consiglio comunale, si esprime decisamente a favore della conferma del sottovia, veicolare e pedonale, in vista della soppressione del passaggio a livello tra via De Robertis e via Sant'Annibale Maria Di Francia.


La posizione emerge proprio a poche ore dal forum cittadino che si terrà oggi pomeriggio, alle 17, presso Villa Guastamacchia, indetto dall'amministrazione comunale e dal comitato di quartiere Stadio, e che si preannuncia particolarmente ricco di spunti e contrapposizioni tra i fautori di uno snello ridimensionamento dell'opera, per favorire i soli pedoni pur di realizzarlo subito contenendo i costi, e i difensori dell'integrità iniziale del progetto, a vantaggio anche della circolazione automobilistica.


Ebbene, fra i secondi, De Toma richiama innanzi tutto circostanze storiche: «Dopo un iter frastagliato di difficoltà, in primis il muro di villa Bini, nel dicembre 2013 si trovò una soluzione di compromesso con la Soprintendenza, che prevedeva la sua anamnesi. La giunta approvò il progetto definitivo dello spostamento dei sotto servizi e, di conseguenza, il consiglio deliberò l’accensione di un mutuo di un milione e mezzo di euro per l'intervento, in vista della realizzazione di un sottopasso veicolare e pedonale».


Negli anni 2014 e 2015, a seguito di modifiche normative sugli attraversamenti e prescrizioni dei vari gestori dei servizi, i tecnici rividero il progetto definitivo per lo spostamento dei sottoservizi, approvato da tutte le parti. «A questo punto - afferma De Toma -, ci si aspettava che il Comune chiedesse ai progettisti un aggiornamento del computo metrico, per calcolare eventuali maggiori o minori costi. Invece, non richiede nulla e dichiara che i costi per tali lavori sarebbero raddoppiati, evitando di chiarire su quali basi siano state rese tali dichiarazioni».


De Toma lamenta il fatto che, «oggi stiamo pagando un mutuo, abbiamo speso 80.000 euro di progettazione, ma si sia optato per altri progetti e, magari, altri progettisti. A febbraio 2018, infatti, l’amministrazione presenta una nuova “idea di progetto”: la creazione di due sottopassi pedonali e l’acquisizione dell’area ex scalo merci ferroviario, per una sua sistemazione complessiva. Tale idea - fa notare - non pare però supportata da un adeguato studio di fattibilità tecnica ed economica. Sicuramente dovrà essere firmata una nuova convenzione con Rfi, e questo comporterà un’altra, enorme perdita di tempo».


I timori di De Toma sono duplici: «Gran criticità dal punto di vista dell’igiene e sicurezza, come nel caso di sottopassi unicamente pedonali; oltre cento posti di lavoro a rischio per le ripercussioni negative sulle attività commerciali presenti al di là della ferrovia. Per una situazione analoga, di cambio di ipotesi progettuale, ci troviamo un parcheggio interrato, sotto la stazione, inutilizzabile da venticinque anni».

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Game People

Notizie del giorno

Trani, 90enne finisce in ospedale e gli occupano la casa: «Lui è solo, noi siamo tanti» Trovano droga e un'auto rubata a Trani: i carabinieri di Andria arrestano due pregiudicati Amet Trani, attivi due sportelli su quattro: forti disagi fra gli utenti Dimenticano quattro passaporti e duemila euro sul bus Stp: autista di Trani fa felici quattro albanesi restituendo loro ogni cosa «Mare sicuro 2018», anche il sindaco di Trani a bordo della motovedetta della Guardia costiera. Per tutte le segnalazioni, torna il 1530 Conferma di Guadagnuolo in Amiu, il Movimento 5 stelle di Trani: «Violazione della Carta di avviso pubblico» Conferma di Guadagnuolo in Amiu Trani, anche Barresi richiama la Carta di avviso pubblico Legalità negli appalti pubblici, domani a Trani sottoscrizione del protocollo tra amministrazione e sindacati Conferma di Guadagnuolo in Amiu, anche Libera Trani richiama la Carta di Avviso pubblico Guadagnuolo confermato in Amiu, a Trani insorge anche la Lega: «Il sindaco lo revochi subito» Puglia, si è ufficialmente insediata la rete oncologica Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Al Polo museale di Trani, fino al 16 luglio, la mostra dell’artista “di cuori” di Gianni Pitta Santo Graal di Trani, domani omaggio a Biagio Antonacci con i "Concetto logico" Trani, «grandi nomi in un piccolo chiosco»: la stagione musicale del Barbayanne. Domani, A copy for Collapse Palazzo Beltrani, fino al 1mo luglio la mostra su Leonardo Oggi al castello svevo di Trani la «Festa della musica» Oggi, a palazzo Beltrani, lo scrittore Ian Manook Oggi, a Trani, presentazione di “Psicologia della liberazione”. È la prima pubblicazione italiana delle opere di Ignacio Martin-Baró Oggi, a Trani, presentazione del libro “Storia d’Italia. Benito Mussolini da Carlo Marx a piazzale Loreto” «Del racconto, il film», Il cinema sbarca nel carcere: domani, proiezione di «Chi m'ha visto?». Ospite d'eccezione, Sabrina Impacciatore La pista di pattinaggio di Trani è quasi pronta: inaugurazione domani Sicurezza a Trani, domani in Prefettura la firma del patto per l'implementazione della videosorveglianza Trani, prosegue l’«estate del quartiere stadio»: tutti gli appuntamenti del fine settimana A Trani, tre incontri sulla legge "Dopo di noi". Nuovo appuntamento, domani Sabato, a Trani, conferenza «per i settant’anni dall’incoronazione della B. V. Maria Addolorata» Domenica nella cattedrale di Trani messa in ricordo di Mons. Giovan Battista Pichierri Domenica a Trani il saggio di danza e pattinaggio a cura di Angela Bini, "Piovono stelle" Contributi libri di testo, si potrà riscuotere a partire da lunedì 25 giugno. Il calendario Martedì a Trani il convegno «Una nuova professione: l'esperto contabile ed il welfare moderno della cassa ragionieri» È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Sarà bis» Il discorso di un ragazzo di Trani in Cina diventa virale: Carlo Dragonetti conquista tutti con la sua simpatia. E qualche riflessione Censimento, sul sito del Comune di Trani l’avviso pubblico per la selezione di 17 rilevatori Refezione scolastica a Trani, entro il 20 luglio le domande per l’anno prossimo: partenza il 1mo ottobre Sicurezza a Trani, in arrivo nuove telecamere: la giunta approva il patto proposto dalla Prefettura Trani, il retroscena di Villa Telesio: tagliate tredici palme prima della riapertura. Attaccate dal punteruolo, non erano più sicure Maturità 2018, l'olocausto in una delle tracce. A Trani, clima sereno fra i candidati “Il treno del sorriso” di Trani compie un anno: festa al centro Jobel Puglia, approvata l'istituzione dell'Agenzia regionale per le politiche attive per il lavoro. Santorsola: «Soddisfatto, ma si poteva fare di più»
PUBBLICITA' Fondazione Seca