Campagna di prevenzione dei tumori alla pelle, oggi a Trani convegno a cura della Lilt Bat

Sarà la sala conferenze di palazzo San Giorgio a Trani, ad ospitare “Questioni di pelle … prevenire è vivere”, il forum organizzato dalla Lilt, Lega italiana per la lotta contro i tumori sezione provinciale di Barletta-Andria-Trani, in collaborazione con la Cesvim academy group ed il patrocinio della Asl Bt, la Provincia di Barletta-Andria-Trani ed il Comune di Trani in programma lunedì 21 maggio a partire dalle 9.30.


Uno dei luoghi simbolo della ricettività congressuale della Città di Trani, il palazzo San Giorgio, ospiterà “Se hai cara la pelle … la Lilt è con te”, evento territoriale della campagna nazionale di prevenzione e diagnosi precoce dei tumori cutanei promossa dalla Lilt, sotto l’Alto patronato del Presidente della Repubblica e patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero della salute.


Il Forum, promosso e ideato da Michele Ciniero, Presidente della Lilt sezione provinciale di Barletta-Andria-Trani, vedrà la presenza istituzionale di Amedeo Bottaro, sindaco di Trani, Nicola Giorgino, presidente Provincia di Barletta-Andria-Trani e Alessandro Delle Donne, direttore generale Asl Bt.


Relatori: Lisa Bressan, psicologa, Carmen Fiorella, dermatologa Asl Bt, Cristiana Fiorentino, biologo nutrizionista.
Moderano: Samantha Cornacchia, dirigente fisico della Asl Bt e vice presidente della Lilt Bt. Un nutrito gruppo di volontarie Lilt gestirà un desk informativo dedicato, con la possibilità di associarsi alla Lilt.


Il coinvolgimento della popolazione è anche necessario per la diagnosi precoce di questi tumori in quanto gran parte di essi viene diagnosticata dagli stessi soggetti portatori o dai loro famigliari. È importante insegnare a tutti un corretto autoesame della pelle al fine di evidenziare eventuali lesioni sospette da far controllare al proprio medico o allo specialista.


Importante occasione, con il suo intervento introduttivo, per il senologo - chirurgo oncologo Francesco Schittulli, presidente nazionale della Lilt, di sensibilizzare ad una maggiore prevenzione. «Per decenni le patologie tumorali sono state considerate un vero e proprio tabù, un messaggio di dolore, sofferenza, morte, quasi privo di speranza, anche se il più rischioso. Oggi, l’atteggiamento culturale psico-sociale è cambiato e fondamentali passi in avanti sono stati compiuti grazie in particolare alla prevenzione, alla diagnosi e alla terapia. La prevenzione e la diagnosi precoce oggi guariscono il 60% dei casi di cancro e siamo altresì consapevoli che intensificando le campagne di sensibilizzazione potremmo arrivare ad una guaribilità superiore all’80%».


«La Lilt è come sempre in prima linea nell’affiancarsi alle Istituzioni per tutelare la salute del cittadino - precisa Michele Ciniero -. Il livello di guardia deve restare alto sul fronte della sensibilizzazione, soprattutto nei confronti dei giovani. Questa certezza fa sì che la Lilt sia sempre più impegnata sul fronte della prevenzione, intesa sia come primaria con l’adozione di corretti stili di vita che secondaria con la diagnosi precoce. In definitiva, la corretta informazione e l’educazione alla salute sono elementi basilari per una efficace prevenzione».


I tumori cutanei ed il melanoma vengono individuati per oltre il 60% dei casi da parte dello stesso soggetto e dal partner, familiari e amici, nel 18% da dermatologi, nel 15% da medici di medicina generale, nel 3% da operatori dell’area estetica. Per questo più persone sono informate e sensibilizzate sul tema, più è probabile diagnosticarli per tempo.


I tumori della pelle sono i più frequenti in assoluto ed in continuo aumento. Tra essi il melanoma occupa il secondo posto per mortalità nei giovani tra i 30 e 45 anni. La prevenzione, in questi casi, si attua attraverso una corretta esposizione al sole e rinunciando all’abbronzatura artificiale. La diagnosi precoce è infatti possibile essendo il tumore cutaneo facilmente visibile: l’importante è che tutta la popolazione sia resa consapevole della problematica.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Game People

Notizie del giorno

FOTO. Ecco la rinnovata pista di pattinaggio di Trani. Più grande e sicura, in settimana avrà i fari. Per la copertura serviranno finanziamenti Coni Case occupate a Trani, liberata e murata la Vittorio Emanuele II. Presto sarà rilasciata anche via Olanda Cava fumante, proseguono le indagini esplorative: il Comune di Trani prolunga l'incarico a Giuseppe Locoratolo Semaforo verde, anziché rosso, al sottovia: gli automobilisti faranno causa e Avantario chiederà spiegazioni al sindaco di Trani Acque meteoriche da Capirro, la spiaggia di Trani trasformata nel delta di un fiume. E Barresi si arrabbia per le caditoie Ambiente a Trani, i Verdi smontano le critiche: «Si minimizzano ingiustamente le tante cose che già si sono fatte» «Rifiuti zero» e differenziata, M5s Trani tira le somme: dopo due anni, nulla è cambiato «Mare nostrum»: la Puglia è seconda in Italia con 2.000 reati, 2 infrazioni per ogni chilometro di costa 244esimo anniversario della fondazione della Gdf Puglia, il bilancio gennaio 2017-maggio 2018 Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Al Polo museale di Trani, fino al 16 luglio, la mostra dell’artista “di cuori” di Gianni Pitta Palazzo Beltrani, fino al 1mo luglio la mostra su Leonardo Trani, prosegue l’«estate del quartiere stadio»: oggi, serata di laboratori e musica Oggi, nella cattedrale di Trani, messa in ricordo di Mons. Giovan Battista Pichierri Oggi, a Trani, il saggio di danza e pattinaggio a cura di Angela Bini, "Piovono stelle" «Riabilitazione, modelli tecnici e di intervento, interdisciplinarietà, applicazioni e buone prassi»: convegno lunedì e martedì a Trani Questo lunedì, al PalaFerrante di Trani, evento conclusivo del progetto "Baskin, tutti in campo, sogno di un volo" Contributi libri di testo, si potrà riscuotere a partire da questo lunedì. Il calendario Martedì a Trani il convegno «Una nuova professione: l'esperto contabile ed il welfare moderno della cassa ragionieri» È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Sarà bis» Processo Zanni, chiesti dieci anni per Napoletano e quattro per Lorusso. In aula, impassibile, la mamma della vittima
PUBBLICITA' Fondazione Seca