Caso Villa Maggi, di Trani a capo la prima segnalazione sulla ruspa in azione. Procacci «E non ci fermeremo qui»

La verità sapete qual è? La verità è che Trani è un far west, perché chi deve controllare non controlla. E a volte persino volutamente, scientificamente, come in diversi casi che abbiamo denunciato negli ultimi due anni, da quando cioè siamo scesi in campo.


La demolizione di Villa Maggi, di cui tutti oggi si scandalizzano, rientra nella casistica del far west tranese. La colpa è di un Comune totalmente assente. Se qualcuno controllasse, certa gente non si prenderebbe certe libertà.


Sapete perché oggi non stiamo parlando della demolizione totale della villa, ma solo di una parte, e perché i lavori sono stati bloccati? Perché al Comune c'è chi dorme e non ascolta le voci della città, Trani a capo no. Trani a capo è tra la gente e con la gente. Trani a capo ascolta e interviene, non chiude gli occhi e non si tappa le orecchie.


Venerdì scorso ci è arrivata una segnalazione: "Stanno demolendo Villa Maggi"! Ma noi sapevamo benissimo, perché l'avevamo letta, che c'era un'ordinanza che prevedeva solo la messa in sicurezza della villa e non la demolizione. La nostra Consigliera Maria Grazia Cinquepalmi si è recata sul posto e su suggerimento del nostro portavoce Antonio Procacci ha subito chiamato il comandante della Polizia Municipale (che potrà confermare), chiedendo un intervento del nucleo di polizia edilizia. Cosa che è prontamente avvenuta (e ne diamo atto al Comandante). 


Non solo: abbiamo anche fatto in modo che il dirigente fosse avvertito. Nella stessa mattinata abbiamo avvertito la Soprintendenza, da cui successivamente abbiamo appreso che nei confronti di Villa Maggi, "allo stato attuale, per quanto conservato e versato nell'archivio vincoli, non risultano provvedimenti di tutela monumentale di competenza della Soprintendenza". La Villa, dunque, non è tutelata, ma resta il fatto che il Comune non ha mai autorizzato la sua demolizione e se Trani a capo non fosse intervenuta, oggi di Villa Maggi, probabilmente, non sarebbe rimasta in piedi neanche la metà (come da immagine pubblicata oggi dalla Gazzetta). Come diciamo sempre, i privati possono fare quello che vogliono, ma sempre rispettando le regole.


Perché rendiamo noti questi passaggi solo oggi? Perché prendiamo atto che nessuno al Comune ha avuto l'onestà intellettuale di raccontare come sono andate le cose e di ringraziare Trani a capo per la segnalazione. E perché, al contrario di quello che qualcuno vuol far credere, Trani a capo le cose prima le fa e poi le dice. Non facciamo le cose per avere visibilità, ma facciamo le cose nell'interesse della città e sempre dopo aver letto le carte.


Poi sì, le raccontiamo, le rendiamo note, perché è giusto che i cittadini sappiano (cosa che i potenti e i prepotenti non gradiscono). Prendete, ad esempio, la vicenda dei velobox: abbiamo in mano delle carte scottanti, ma non le abbiamo ancora rese note perché stiamo preparando un esposto alla Procura della Corte dei Conti. C'è chi lancia il sassolino e poi nasconde la mano. Noi scagliamo macigni e ce ne assumiamo tutte le responsabilità: che volete farci, siamo fatti così. Vedi il caso Le Lampare: presto ne sentirete delle belle. Tutto a tempo debito.


Antonio Procacci (portavoce Trani a capo)

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Gallo

Notizie del giorno

Omicidio Zanni, primi verdetti: dieci anni al minore che lo accoltellò, sanzione al fratello. A maggio, l'udienza preliminare a Trani per gli altri indagati Impianti sportivi, il Comune di Trani vuole recuperare 132mila euro da sedici società morose. Domani la prima scadenza, una sola ha versato un acconto Impianti sportivi, potenza della privacy: il Comune di Trani indica le sole iniziali delle società morose. Il dettaglio Merra indipendente, Direzione Italia prende atto e va avanti: «Il nostro progetto di centrodestra proseguirà sempre e ovunque» Primarie del Pd, si vota domani a San Luigi. Cinque candidati di Trani corrono nella Bat, un sesto a Cosenza Vigor Trani, inizia il conto alla rovescia: a Novoli ci si gioca la salvezza Apulia Trani attesa dalla difficile trasferta a Latina Playoff A2, Olimpia eliminata. Juve Trani ad un passo dalla D, in casa Fortitudo e Avis Il Trani maschile a Tricase per i playoff. Adriatica riceve Corato, Aquila azzurra a Bari Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana "La cura": è in edicola il nuovo numero de "Il giornale di Trani" Acqua e sana alimentazione, oggi convegno a Trani Domani a Trani seconda "motoraccolta" a cura dell'Avis: donazione straordinaria e sceening audiologico gratuito Domani nella biblioteca di Trani iniziativa in ricordo del professor Franco Caiati Pulizia delle spiagge di Trani, aprono la nuova serie gli Studenti democratrici Trani si prepara alla festa del Crocifisso di Colonna: quest'anno sarà venerato alla Madonna dell'Apparizione. Domani via al programma Vivere e lavorare a Malta: meeting internazionale a Trani. Prenotazioni fino al 3 Trani, contributi libri di testo: si inizia a pagare dal 4 maggio. Il calendario “Maggio dei libri”, tutti gli eventi nella biblioteca “Bovio” di Trani. Si continua il 9 con Luca Bianchini "Jazz e dintorni", venerdì prossimo all'Impero di Trani ultimo appuntamento con Serena Brancale quartet Mese mariano, a Trani dal 9 al 14 maggio l'immagine sacra della Madonna Incoronata di Foggia Studenti teppisti in visita alla cattedrale di Trani: rotto il servoscala per l'accesso delle carrozzine in basilica Tanti indizi diventano una prova: Raffaella Merra esce da Direzione Italia Trani e diventa indipendente Una nuova opportunità di vita ai detenuti: presentato al carcere di Trani il progetto “Ripartiamo dalla pasta” “Ripartiamo dalla pasta”: i detenuti leggeranno anche dei libri. Il sindaco di Trani: «Una prospettiva diversa per il reinserimento» Auto su centralina e corto circuito: Trani, semafori in tilt da giorni in due incroci super trafficati Trani, sempre più bus in avaria: l'ultimo si pianta in pieno incrocio. Intanto, Amet cambia manutentore Giro d'Italia e pericoli, da martedì prossimo i lavori sul basolato del corso: Comune di Trani verso l'affidamento d'urgenza Giro d'Italia, la Prefettura di Barletta-Andria-Trani garantirà la massima sicurezza della carovana Vigili urbani di Trani appena assunti ancora senza stipendio, Tomasicchio: «Continuano i pasticci di Bottaro»
PUBBLICITA' Globaloffice