Caso Villa Maggi e tutela del paesaggio di Trani, il Comitato bene comune invoca il monitoraggio anche dei beni privati

Non c'è stata campagna elettorale degli ultimi 30 anni in cui l'unica litania non sia stata la necessità di ampliare l'offerta storica e culturale per far sì che i visitatori della nostra città potessero sostare più di qualche  giorno e non fermarsi alla visita della sola cattedrale.


Non c'è stata campagna elettorale senza vigorosi appelli alle nostre radici e alla tranesità.


E sono sistematicamente trenta anni che le nostre istituzioni si giocano un pezzo pregiato della nostra storia.


Solo pochi giorni fa infatti si è dato l'avvio all'inizio dei lavori di demolizione di una parte della villa ottocentesca ubicata in via Di Vittorio.


Un altro  tassello di storia che la nostra città perde sull'altare della speculazione edilizia e che segue le già  tristi demolizioni dell'ex oleificio La Pietra, della vecchia fabbrica di campane Giustozzi e di Palazzo San Giorgio.


Il gioco è sempre lo stesso, non si interviene  per  manutenere gli immobili,  si aspetta che i cittadini si lamentino per il degrado o per eventuali occupazioni  abusive per "costringere" i proprietari a demolire il tutto, per l'immensa gioia dei conti correnti che verranno rimpinguati con la costruzione di nuovi edifici, visto che la zona è edificabile.


In pratica un suicidio culturale  collettivo, alimentato dall'ignoranza di pochi e dal silenzio della politica e delle istituzioni che impelagati nel mercato  delle postazioni e delle clientele non prestano attenzione alla tutela e alla salvaguardia del patrimonio urbanistico di tutta la città, disattendendo di fatto l'articolo 9 della costituzione che sancisce la tutela del paesaggio e del patrimonio storico e artistico della Nazione.


E' vero che stiamo parlando di siti privati, è vero che con i continui tagli del governo centrale alle amministrazioni comunali non è facile, ma dalla politica ("vecchia" e "nuova"), visto anche il recente passato, ci aspettavamo almeno delle richieste di vincoli alla sovrintendenza preventivi e non a posteriori, proposte di permute con terreni o immobili pubblici, insomma opere di mediazione o elaborazioni intellettuali che cercano di salvaguardare capre e cavoli.


Visto l'ennesimo scempio crediamo sia necessario avviare da SUBITO il monitoraggio anche dei siti di interesse storico privato, magari in collaborazione con l' università e la sovraintendenza per iniziare un processo reale di tutela di tutto il patrimonio pubblico e privato.


Mentre in tutta Europa e in  altre città d'Italia si salvaguarda il patrimonio trasformandolo in musei e luoghi di aggregazione culturale, spesso anche ad opera di privati, noi siamo la città che nel silenzio generale trasformiamo castelli in sale ricevimenti,  chiese in  pub e radiamo al suolo esempi di archeologia industriale e dimore storiche.


Che dire, nel mentre qualcuno della maggioranza si preoccupa di invasioni indesiderate via mare, e qualcuno dell'opposizione del numero di migranti presenti, pochi tranesi si giocano il patrimonio storico della nostra città nell'indifferenza più assoluta dei tanti.


Impegniamoci tutti affinché anche a Trani torni in vigore l'articolo 9 della Costituzione.


Vincenzo Ferreri – Enzo Scaringi - Comitato Bene Comune Trani

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Hello Bike

Notizie del giorno

Omicidio Zanni, primi verdetti: dieci anni al minore che lo accoltellò, sanzione al fratello. A maggio, l'udienza preliminare a Trani per gli altri indagati Impianti sportivi, il Comune di Trani vuole recuperare 132mila euro da sedici società morose. Domani la prima scadenza, una sola ha versato un acconto Impianti sportivi, potenza della privacy: il Comune di Trani indica le sole iniziali delle società morose. Il dettaglio Merra indipendente, Direzione Italia prende atto e va avanti: «Il nostro progetto di centrodestra proseguirà sempre e ovunque» Primarie del Pd, si vota domani a San Luigi. Cinque candidati di Trani corrono nella Bat, un sesto a Cosenza Vigor Trani, inizia il conto alla rovescia: a Novoli ci si gioca la salvezza Apulia Trani attesa dalla difficile trasferta a Latina Playoff A2, Olimpia eliminata. Juve Trani ad un passo dalla D, in casa Fortitudo e Avis Il Trani maschile a Tricase per i playoff. Adriatica riceve Corato, Aquila azzurra a Bari Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana "La cura": è in edicola il nuovo numero de "Il giornale di Trani" Acqua e sana alimentazione, oggi convegno a Trani Domani a Trani seconda "motoraccolta" a cura dell'Avis: donazione straordinaria e sceening audiologico gratuito Domani nella biblioteca di Trani iniziativa in ricordo del professor Franco Caiati Pulizia delle spiagge di Trani, aprono la nuova serie gli Studenti democratrici Trani si prepara alla festa del Crocifisso di Colonna: quest'anno sarà venerato alla Madonna dell'Apparizione. Domani via al programma Vivere e lavorare a Malta: meeting internazionale a Trani. Prenotazioni fino al 3 Trani, contributi libri di testo: si inizia a pagare dal 4 maggio. Il calendario “Maggio dei libri”, tutti gli eventi nella biblioteca “Bovio” di Trani. Si continua il 9 con Luca Bianchini "Jazz e dintorni", venerdì prossimo all'Impero di Trani ultimo appuntamento con Serena Brancale quartet Mese mariano, a Trani dal 9 al 14 maggio l'immagine sacra della Madonna Incoronata di Foggia Studenti teppisti in visita alla cattedrale di Trani: rotto il servoscala per l'accesso delle carrozzine in basilica Tanti indizi diventano una prova: Raffaella Merra esce da Direzione Italia Trani e diventa indipendente Una nuova opportunità di vita ai detenuti: presentato al carcere di Trani il progetto “Ripartiamo dalla pasta” “Ripartiamo dalla pasta”: i detenuti leggeranno anche dei libri. Il sindaco di Trani: «Una prospettiva diversa per il reinserimento» Auto su centralina e corto circuito: Trani, semafori in tilt da giorni in due incroci super trafficati Trani, sempre più bus in avaria: l'ultimo si pianta in pieno incrocio. Intanto, Amet cambia manutentore Giro d'Italia e pericoli, da martedì prossimo i lavori sul basolato del corso: Comune di Trani verso l'affidamento d'urgenza Giro d'Italia, la Prefettura di Barletta-Andria-Trani garantirà la massima sicurezza della carovana Vigili urbani di Trani appena assunti ancora senza stipendio, Tomasicchio: «Continuano i pasticci di Bottaro»
PUBBLICITA' RealSuole