Ospedale di Trani, l'unico ortopedico va in pensione e sono sospese le visite a domicilio per disabili. Barresi: «Intollerabile»

“Per quanto assurda e complessa la vita è perfetta”, sono le parole di una nota canzone, io aggiungerei che a volte, la vita diventa anche insostenibile.


Diventa insostenibile quando a Trani, in un ospedale ormai fantasma, in un ospedale defraudato di tutto, dove hanno lasciato solo le briciole, vogliono portarlo al collasso totale, portar via anche quelle piccole briciole.


In breve, voglio mettervi a conoscenza del fatto che nel reparto ortopedia di Trani, dopo che il dottor Pasquale Giacomo, che si occupava delle visite a domicilio sul territorio, è andato in pensione, non abbiamo più un ortopedico che svolga le visite a casa dei disabili e degli invalidi gravi.


Le famiglie che hanno bisogno di supporti come sedie a rotelle, carrelli e tutto ciò che serve ad alleviare le sofferenze di persone che purtroppo vivono la condizione di disabilità, si vedono costrette ad acquistarle o ad affittare gli attrezzi che servono.
Tutto questo disagio si poteva evitare sin dal momento del pensionamento del dottore (non dico pensandoci anticipatamente e prevenendo il problema, sarebbe stato veramente un atto che ci avrebbe scioccato in positivo) e cioè da dicembre 2016, bastava distaccare un medico ortopedico da città di Bisceglie, dove da informazioni assunte, c’è un numero considerevole di ortopedici, e autorizzare il dottor Di Leo a svolgere il lavoro sul territorio, quindi le visite a domicilio dei disabili.


Mi sono trovata in ospedale con il personale che non sapeva come comportarsi con una nonnina di 100 anni, che non poteva muoversi da casa. Ora, il piano oscuro e diabolico che c’è dietro tutto questo non lo capisco (anche perché a pensar male si fa peccato, ma quasi sempre ci si azzecca). Non sono riuscita a risolvere il problema nelle sedi opportune, ecco perché mi rivolgo a voi e alla stampa, quindi sollecito l’Assessore alla sanità Michele Emiliano e il Direttore della Asl Bt Ottavio Narracci a risolvere al più presto il problema.


Il problema, cari amministratori, lo dovete risolvere al più presto, al massimo entro 10 giorni. Qui la gente soffre aspettano da quattro lunghi mesi e questo non è più tollerabile.


Trascorso questo tempo, agirò con atti eclatanti perché abbiamo capito che in Italia per ottenere quello che ci spetta devi ricorrere ad estremi rimedi.


Questa, signori amministratori, non la leggete come una minaccia, non è nel mio stile, ma come una promessa ed io le promesse le mantengo.


Certa della vostra sensibilità sono sicura che prenderete a cuore questo piccolo problema di Trani e riuscirete a risolverlo per il bene della comunità più indifesa.
Distinti saluti.

Anna Maria Barresi - Consigliera Comunale "Più Trani" 

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Gallo

Notizie del giorno

Omicidio Zanni, primi verdetti: dieci anni al minore che lo accoltellò, sanzione al fratello. A maggio, l'udienza preliminare a Trani per gli altri indagati Impianti sportivi, il Comune di Trani vuole recuperare 132mila euro da sedici società morose. Domani la prima scadenza, una sola ha versato un acconto Impianti sportivi, potenza della privacy: il Comune di Trani indica le sole iniziali delle società morose. Il dettaglio Merra indipendente, Direzione Italia prende atto e va avanti: «Il nostro progetto di centrodestra proseguirà sempre e ovunque» Primarie del Pd, si vota domani a San Luigi. Cinque candidati di Trani corrono nella Bat, un sesto a Cosenza Vigor Trani, inizia il conto alla rovescia: a Novoli ci si gioca la salvezza Apulia Trani attesa dalla difficile trasferta a Latina Playoff A2, Olimpia eliminata. Juve Trani ad un passo dalla D, in casa Fortitudo e Avis Il Trani maschile a Tricase per i playoff. Adriatica riceve Corato, Aquila azzurra a Bari Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana "La cura": è in edicola il nuovo numero de "Il giornale di Trani" Acqua e sana alimentazione, oggi convegno a Trani Domani a Trani seconda "motoraccolta" a cura dell'Avis: donazione straordinaria e sceening audiologico gratuito Domani nella biblioteca di Trani iniziativa in ricordo del professor Franco Caiati Pulizia delle spiagge di Trani, aprono la nuova serie gli Studenti democratrici Trani si prepara alla festa del Crocifisso di Colonna: quest'anno sarà venerato alla Madonna dell'Apparizione. Domani via al programma Vivere e lavorare a Malta: meeting internazionale a Trani. Prenotazioni fino al 3 Trani, contributi libri di testo: si inizia a pagare dal 4 maggio. Il calendario “Maggio dei libri”, tutti gli eventi nella biblioteca “Bovio” di Trani. Si continua il 9 con Luca Bianchini "Jazz e dintorni", venerdì prossimo all'Impero di Trani ultimo appuntamento con Serena Brancale quartet Mese mariano, a Trani dal 9 al 14 maggio l'immagine sacra della Madonna Incoronata di Foggia Studenti teppisti in visita alla cattedrale di Trani: rotto il servoscala per l'accesso delle carrozzine in basilica Tanti indizi diventano una prova: Raffaella Merra esce da Direzione Italia Trani e diventa indipendente Una nuova opportunità di vita ai detenuti: presentato al carcere di Trani il progetto “Ripartiamo dalla pasta” “Ripartiamo dalla pasta”: i detenuti leggeranno anche dei libri. Il sindaco di Trani: «Una prospettiva diversa per il reinserimento» Auto su centralina e corto circuito: Trani, semafori in tilt da giorni in due incroci super trafficati Trani, sempre più bus in avaria: l'ultimo si pianta in pieno incrocio. Intanto, Amet cambia manutentore Giro d'Italia e pericoli, da martedì prossimo i lavori sul basolato del corso: Comune di Trani verso l'affidamento d'urgenza Giro d'Italia, la Prefettura di Barletta-Andria-Trani garantirà la massima sicurezza della carovana Vigili urbani di Trani appena assunti ancora senza stipendio, Tomasicchio: «Continuano i pasticci di Bottaro»
PUBBLICITA' Globaloffice