Ospedale di Trani, l'unico ortopedico va in pensione e sono sospese le visite a domicilio per disabili. Barresi: «Intollerabile»

“Per quanto assurda e complessa la vita è perfetta”, sono le parole di una nota canzone, io aggiungerei che a volte, la vita diventa anche insostenibile.


Diventa insostenibile quando a Trani, in un ospedale ormai fantasma, in un ospedale defraudato di tutto, dove hanno lasciato solo le briciole, vogliono portarlo al collasso totale, portar via anche quelle piccole briciole.


In breve, voglio mettervi a conoscenza del fatto che nel reparto ortopedia di Trani, dopo che il dottor Pasquale Giacomo, che si occupava delle visite a domicilio sul territorio, è andato in pensione, non abbiamo più un ortopedico che svolga le visite a casa dei disabili e degli invalidi gravi.


Le famiglie che hanno bisogno di supporti come sedie a rotelle, carrelli e tutto ciò che serve ad alleviare le sofferenze di persone che purtroppo vivono la condizione di disabilità, si vedono costrette ad acquistarle o ad affittare gli attrezzi che servono.
Tutto questo disagio si poteva evitare sin dal momento del pensionamento del dottore (non dico pensandoci anticipatamente e prevenendo il problema, sarebbe stato veramente un atto che ci avrebbe scioccato in positivo) e cioè da dicembre 2016, bastava distaccare un medico ortopedico da città di Bisceglie, dove da informazioni assunte, c’è un numero considerevole di ortopedici, e autorizzare il dottor Di Leo a svolgere il lavoro sul territorio, quindi le visite a domicilio dei disabili.


Mi sono trovata in ospedale con il personale che non sapeva come comportarsi con una nonnina di 100 anni, che non poteva muoversi da casa. Ora, il piano oscuro e diabolico che c’è dietro tutto questo non lo capisco (anche perché a pensar male si fa peccato, ma quasi sempre ci si azzecca). Non sono riuscita a risolvere il problema nelle sedi opportune, ecco perché mi rivolgo a voi e alla stampa, quindi sollecito l’Assessore alla sanità Michele Emiliano e il Direttore della Asl Bt Ottavio Narracci a risolvere al più presto il problema.


Il problema, cari amministratori, lo dovete risolvere al più presto, al massimo entro 10 giorni. Qui la gente soffre aspettano da quattro lunghi mesi e questo non è più tollerabile.


Trascorso questo tempo, agirò con atti eclatanti perché abbiamo capito che in Italia per ottenere quello che ci spetta devi ricorrere ad estremi rimedi.


Questa, signori amministratori, non la leggete come una minaccia, non è nel mio stile, ma come una promessa ed io le promesse le mantengo.


Certa della vostra sensibilità sono sicura che prenderete a cuore questo piccolo problema di Trani e riuscirete a risolverlo per il bene della comunità più indifesa.
Distinti saluti.

Anna Maria Barresi - Consigliera Comunale "Più Trani" 

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Gallo

Notizie del giorno

Carlo avrà la protesi speciale di cui ha bisogno: l'Asl Bt assicurerà al ragazzo di Trani una qualità di vita migliore Manifestazioni a Trani ed effetti collaterali: prenotano tre giorni di vacanza, ma subiscono il furto dell'auto e scappano via dopo il primo Manifestazioni a Trani ed effetti collaterali: le auto ritornano "su" piazza Gradenigo Trani, ancora proiettili verso casa Mastrodonato. Il precedente del 19 aprile ed il possibile collegamento con via Superga Trani, proiettili in via Superga verso lo stesso fabbricato del tentato omicidio del 22 febbraio Estate di Trani, ecco altri eventi con patrocinio comunale gratuito. Tra questi, “Calice di san Lorenzo” e un nuovo festival del cibo di strada Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Lo Iat di Trani ospita mostre artistiche per due mesi: da oggi, Angelo Piccolo "Novantanove borghi, racconto di Puglia": oggi giornata dedicata a Trani VIDEO. La Madonna di Fatima pellegrina a Trani fino ad oggi: è ospite dello Spirito Santo Palazzo Beltrani ospita i grandi maestri del Novecento. Esposizione aperta fino al 31 agosto Palazzo Beltrani, orario continuato nel weekend. Da martedì prossimo, corsi di disegno Servizio civile: l’Oasi 2 di Corato, Trani e Bisceglie cerca 5 volontari. Domande entro domani Martedì prossimo a Trani il "Salotto del risparmio Helvetia" Venerdì 30 giugno a Trani convegno sul tema "L'eredità di Giovanni Bovio" Biblioteca di Trani, tutti i progetti estivi per i più piccoli È in edicola il nuovo numero de “Il giornale di Trani”: «Beffa» Trani sportiva è in lutto: addio a Santino Barbato. Volò in B con la Polisportiva e allenò la leggendaria squadra femminile Trani, la poesia scende in strada: i versi di Daniele Marrone sui pali della città “DigithON” 2017, da Trani anche “IsApp” Dialoghi di Trani, trentotto le opere in gara al premio Fondazione Megamark. Il 14 luglio i nomi dei finalisti Infopoint, più di un milione di euro dalla Regione per investirvi. Per Lima (Fdi), «opportunità per lo Iat di Trani» Avvocati in difficoltà economiche, anche l’Ordine di Trani aderisce a WeAvv: oltre 800.000 euro per la conciliazione “vita-lavoro”
PUBBLICITA' Woodcenter