Un'area di sgambamento cani a Pozzopiano? De Simola (Pd Trani): «Realizzabile subito, e quasi a costo zero»

È molto importante che la vita politica ed amministrativa di un Comune siano attente ai bisogni e alle necessità dei propri cittadini. A Trani, per esempio, sono numerosi i cittadini che posseggono cani e che non vedono riconosciuti a pieno alcuni loro diritti. Tengo a precisare, a scanso di equivoci, che a fronte di diritti ci sono precisi doveri per i proprietari di cani: portare gli animali al guinzaglio e raccogliere i loro escrementi.


A tal riguardo, credo sia opportuno che l'Amministrazione comunale offra ai proprietari dei cani alcuni servizi che nella nostra città, a differenza di quelle limitrofe, mancano. Un esempio su tutti consiste nell'individuare uno spazio sufficientemente ampio da consentire di lasciar liberi gli animali senza disturbare o intimorire chi ha diffidenza o paura dei cani. In particolare, molti cittadini residenti a Pozzopiano, hanno osservato e hanno posto alla mia attenzione l’ipotesi di destinare quella porzione di terreno che si trova a fianco del Giardino Telesio, compresa tra Via Pozzopiano e Corso don Luigi Sturzo, ad area sgambamento cani.


Poiché ritengo che la politica non sia altro che "farsi carico" delle istanze dei cittadini e esserne portavoce, giro a mia volta questa richiesta all'Amministrazione comunale, la quale ha il compito di trasformare i desideri e le sollecitazioni della popolazione in realtà. Questa è la strada per riallacciare quel dialogo interrotto tra politica e cittadinanza e riaccendere fiducia nei confronti delle istituzioni.


L’area di sgambamento, che si andrebbe ad aggiungere alla richiesta già pervenuta per Villa Bini (magari si riuscisse ad individuare e realizzare ciò in ogni quartiere), non solo sarà un posto dove portare i cani per le loro necessità fisiologiche, ma sarà anche un’opportunità per riqualificare quell’area abbandonata per attrezzarla con servizi.


Con pochissimi interventi ed una spesa assolutamente minima, sarebbe resa adatta ad ospitare gli animali in sicurezza: piantumazione perimetrale dell’area, installazione di appositi raccoglitori di deiezioni all’interno nell’area, qualche cestino per i rifiuti, una fontanella per dissetare i cani e l'installazione cartelli indicanti l’obbligatorietà alla raccolta delle feci degli animali (prassi assolutamente civile, dettata dal buon senso e legislativamente prevista ma purtroppo spesso disattesa), sono gli unici interventi indispensabile per renderla idonea.


Vincenzo de Simola - Partito Democratico

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Barbayanne

Notizie del giorno

Carlo avrà la protesi speciale di cui ha bisogno: l'Asl Bt assicurerà al ragazzo di Trani una qualità di vita migliore Manifestazioni a Trani ed effetti collaterali: le auto ritornano "su" piazza Gradenigo Estate di Trani, ecco altri eventi con patrocinio comunale gratuito. Tra questi, “Calice di san Lorenzo” e un nuovo festival del cibo di strada Trani, proiettili in via Superga verso lo stesso fabbricato del tentato omicidio del 22 febbraio È in edicola il nuovo numero de “Il giornale di Trani”: «Beffa» Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Lo Iat di Trani ospita mostre artistiche per due mesi: da oggi, Angelo Piccolo "Novantanove borghi, racconto di Puglia": oggi giornata dedicata a Trani VIDEO. La Madonna di Fatima pellegrina a Trani fino d oggi: è ospite dello Spirito Santo Palazzo Beltrani ospita i grandi maestri del Novecento. Esposizione aperta fino al 31 agosto Palazzo Beltrani, orario continuato nel weekend. Da martedì prossimo, corsi di disegno Martedì prossimo a Trani il "Salotto del risparmio Helvetia" Servizio civile: l’Oasi 2 di Corato, Trani e Bisceglie cerca 5 volontari. Domande entro il 26 giugno Venerdì 30 giugno a Trani convegno sul tema "L'eredità di Giovanni Bovio" Biblioteca di Trani, tutti i progetti estivi per i più piccoli Trani sportiva è in lutto: addio a Santino Barbato. Volò in B con la Polisportiva e allenò la leggendaria squadra femminile Trani, la poesia scende in strada: i versi di Daniele Marrone sui pali della città “DigithON” 2017, da Trani anche “IsApp” Dialoghi di Trani, trentotto le opere in gara al premio Fondazione Megamark. Il 14 luglio i nomi dei finalisti Infopoint, più di un milione di euro dalla Regione per investirvi. Per Lima (Fdi), «opportunità per lo Iat di Trani» Avvocati in difficoltà economiche, anche l’Ordine di Trani aderisce a WeAvv: oltre 800.000 euro per la conciliazione “vita-lavoro”
PUBBLICITA' Hello Bike